Articoli di " Federico Martinet"
Giu
14
2021

SALITEVDA CHALLENGE: UN BREVETTO PER TUTTI…

Ci eravamo lasciati ad ottobre alla conclusione dell’iniziativa grimpeur10, il brevetto proposto per celebrare il circuit du Grimpeur nell’anno in cui il circuito avrebbe dovuto festeggiare la decima edizione. Il buon riscontro ottenuto in termini numerici, ma ancor più nell’apprezzamento dei partecipanti ci ha convinto a lanciare una nuova sfida aperta a tutti e legata a un’iniziativa benefica. E’ nato così il nuovo brevetto Salitevda Challenge, 20 ascese senza l’obbligo di scalarle tutte per ottenere il proprio brevetto, ma la possibilità di costruire salita dopo salita, punto dopo punto, il proprio obiettivo sino a conquistare il brevetto del metallo più prezioso. Visita il sito salitevda.gsaquile.it e scopri i dettagli del regolamento e le salite selezionate, avrai quattro mesi per provare a vincere la tua sfida.

Partecipando all’iniziativa da vivere in completa autonomia, come se tu uscissi per un allenamento, ci aiuterai a sostenere il progetto TMA dell’Associazione Valdostana Autismo.

Grazie a tutti coloro che vorranno anche solo lasciarsi incuriosire dall’iniziativa….

Mag
25
2021

A LAIGUEGLIA PER RIPARTIRE…

L’ultima volta era il 27 settembre 2020; allora fu il giovane Jacques Tercinod a partecipare alla granfondo Andorra. Dopo un inverno e un inizio di primavera all’insegna dell’incertezza e dei continui rinvii, domenica 23 maggio i portacolori del team Aquile sono tornati ad appuntare il numero sulla propria maglia, ancora in Liguria, a Laigueglia, e tra i protagonisti ancora il giovane Tercinod. Al via della granfondo Laigueglia erano quattro gli aquilotti iscritti: oltre al portacolori di Gignod anche Marcello Cicchetti, Jean Pierre Charles e Danilo Fabbri. Attenzione e prudenza non sono mancate, ma il rigido protocollo Covid non ha impedito ai nostri aquilotti di vivere al meglio la propria gara e la giornata di festa. Il più veloce a coprire i 113 km del percorso unico con un dislivello positivo di circa 1700 metri è stato Tercinod, 54° di categoria, arrivo in coppia per gli amici Charles e Cicchetti mentre Fabbri ha concluso la sua prova in poco più di cinque ore. Le Aquile ripartono così dalla Liguria in attesa dei prossimi eventi…

Set
28
2020

GF ANDORA: RITORNO IN GARA PER JACQUES TERCINOD

Tempo di ripartenza anche per le granfondo. Il mese di settembre ha visto il via delle poche manifestazioni su strada rimaste in calendario. Ieri, domenica 27 settembre, ad Andora, si è disputata l’omonima granfondo, seconda tappa del circuito Loabikers. Circa 300 gli amatori al via pronti a darsi battaglia sul percorso unico che misurava 105 km con poco più di 1900 metri di dislivello. Uno start quanto mai significativo in una stagione tanto difficile per l’intero mondo delle gare amatoriali.

Se il GS Aquile era presente a febbraio a Laigueglia in una delle ultime gare prima dello stop forzoso, ieri il gruppo di Aosta ha schierato al via uno dei più giovani del team, l’elite sport Jacques Tercinod; a lui l’onore di indossare per primo in casa Aquile il pettorale in questo finale di stagione. Il portacolori del team di Aosta ha chiuso la sua fatica al 163° posto, 25° tra i pari età. Un risultato che premia la sua costanza, ma soprattutto un piccolo segnale di ottimismo in questo finale d’annata.

Da segnalare per la cronaca l’ottimo risultato del valdostano Erik Rosaire, 17° assoluto, 2° nella classifica di categoria. Il Trofeo Loabikers proseguirà domenica prossima, 4 ottobre a Loano con la GF On Energy.

Set
25
2020

2+M DI KM…GS AQUILE PRESENTE!!

GS Aquile ASD ha deciso di aderire all’iniziativa 2+M di KM lanciata da Federciclismo in collaborazione con Bikevo. Dal 26 settembre al 4 ottobre chiunque vorrà potrà pedalare a scopo benefico a sostegno del ciclismo giovanile e di Dynamo Camp. Una piccola donazione in sede di iscrizione e la possibilità di trasformare i chilometri che ognuno degli iscritti riusciranno a percorrere in un’ulteriore donazione; obiettivo prefissato dagli organizzatori superare i 2 milioni di chilometri percorsi così da far salire anche il totale dei fondi raccolti coinvolgendo i tanti appassionati ciclisti, tesserati e non.

Il piccolo team di Aosta conferma così, una volta ancora, la propria sensibilità verso tali manifestazioni in una stagione che l’ha già vista protagonista in veste di promotrice di Bicinsieme2020 e del brevetto Grimpeur10, iniziative che sono riuscite a coniugare l’attività principale dell’associazione e l’attenzione a progetti solidali meritevoli di essere sostenuti.

 

Ago
5
2020

AQUILOTTI ON THE ROAD…

Ferma l’attività agonistica, in attesa delle prossime manifestazioni ancora in calendario, i portacolori del team Aquile hanno raccolto l’invito della propria dirigenza continuando a praticare il proprio sport prediletto. Se da un lato infatti parte dei portacolori del team sono impegnati nel tentativo di conquistare la qualifica di “finisher” nel brevetto Grimpeur10, dall’altra l’estate del 2020 si presenta, per tanti, come l’occasione per pedalare su tracciati più o meno inediti, spesso in solitudine o con pochi compagni di avventura.

Tanti i chilometri mediamente percorsi, quasi a voler cercare una compensazione che, se preventivabile dopo lo stop forzato nei mesi di lockdown, adesso sembra spingersi ben oltre. E così le distanze si allungano sia su strada sia fuoristrada, da una valle all’altra, spesso valicando colli ciclisticamente più o meno celebri . Si assapora il piacere dell’andare in bicicletta anche nel suo incedere più lento e più turistico.

Emblematico in tal senso il tour del Nivolet che in settimana ha visto protagonisti prima Andrea Ricci per un’avventura in solitaria tra asfalto e sterrato lunga oltre 200 km, poi il trio Besenval, Bonomelli e Coquillard sullo stesso tracciato, in giornata, tra la Valle d’Aosta e il Piemonte.  L’immancabile tour du Mont Blanc ha visto impegnati i due granfondisti veterani Roberto Beccio e Franz Stuffer, in partenza il colle del Gran San Bernardo, al rientro il Piccolo San Bernardo, in mezzo due giorni in sella, 330 km e quasi 8000 metri di dislivello. La più nota tra le conquiste stagionali dei nostri aquilotti è stata senza dubbio il Mont Ventoux: a distanza di pochi giorni la cima del monte calvo ha sorriso a Sonia Nouchy, a Demetrio De Gaetano, Alberto Dublanc e Giuseppe Ienaro.

 

 

Pagine:«1234567...137»