Lug
18
2011

ANCORA UN’IMPRESA PER MATTEO FERRARA

Continua la stagione di Matteo Ferrara alla costante ricerca di nuove sfide. Domenica scorsa, 17 luglio, Matteo ha corso in Francia la seconda edizione del Tour du Mont Blanc Velo con partenza e arrivo da Les Saisies. Ancora una volta una randonnèe per fondisti scalatori, il percorso prevedeva infatti 330 km e un dislivello di 7500 metri su e giù per i colli lungo il confine Italia – Francia.

L’avversario più difficile da sconfiggere è stato però il mal tempo con la pioggia che l’ha fatta da padrona per tutto il giorno senza mai dare tregua agli audaci partecipanti.

Matteo ha confermato il suo buon momento di forma conquistando il 13° posto assoluto, quarto nella sua categoria con un tempo di 16h 02 m.

Lug
15
2011

DOLOMITI MAGICHE PER LE AQUILE

Impossibile non raccontare la trasferta del GS AQUILE a Corvara per partecipare alla MARATONA DLES DOLOMITES 2011. Tre giorni immersi nelle Dolomiti per vivere ancora una volta la magia di una gara davvero speciale.

Il mio racconto inizia da lontano, da una sveglia che suona, ma non per prepararsi ad entrare in griglia, bensì per piazzarsi davanti alla tv per la diretta RAI, sì proprio così, quest’anno non potrò correre la Maratona. E allora si tifa per amici e compagni.

Eccoli i ciclisti! La telecamera sull’elicottero li inquadra, sono tanti, tantissimi, quasi 9000. mancano pochi minuti alle 6.30, la temperatura sarà sicuramente ancora frizzante ai 1500 metri di altitudine di La Villa, località di partenza. E’ il momento degli ultimi consigli, dei gesti scaramantici, si controlla di avere tutto…ci siamo, lo starter da il via, si parte, il lungo serpentone colorato comincia a muoversi, tutti in fila verso Corvara e verso il primo colle, quel Campolongo che i più audaci dovranno scalare due volte. I primi cominciano a salire, gli ultimi forse non sono ancora partiti, almeno 5 km li separano.

Tra tutti quei ciclisti ci sono anche loro, gli aquilotti, quest’anno il sorteggio li ha premiati e al via sono ben 46, ognuno con la propria storia, ognuno con le proprie ambizioni. E allora proviamo a raccontare la loro Maratona : i preparativi della vigilia, gli immancabili sfottò, i consigli di chi l’ha già corsa, la velata paura di non farcela che si insinua nella mente.

A colazione si fa la conta, tutti presenti, i più svegli rassicurano gli altri sul tempo, ci sarà il sole, i più combattivi fremono per arrivare presto in griglia.

La gara comincia piano, il gruppo deve ancora allungarsi ed il Campolongo è una lunga processione all’insù che sembra non finire mai. La prima salita se ne va così, le gambe ancora fredde, qualche sorpasso, le prime sensazioni e poi subito in discesa. Ecco Arabba…comincia il Pordoi, salita più lunga , ma regolare, da metà, forse, si potrà cominciare a salire del proprio passo.

Gli aquilotti non sono più tutti assieme, alcuni si sono separati entrando nelle rispettive griglie, altri nei primi chilometri di ascesa. I più allenati sono davanti, pedalano forte, dietro invece c’è chi già arranca e chi semplicemente sale godendosi il panorama. Ecco lo striscione…il mitico Pordoi è conquistato!!! Enzo chiama a raccolta il gruppetto dei compagni per una foto, con lui ci sono Almo, Matteo, Domenico, Fabio, Angiolino, da oggi il “gruppo del Pordoi”.

Lug
5
2011

MATTEO FERRARA SI CONFERMA ALLA FAUSTO COPPI

Ancora una bella gara per Matteo Ferrara, nuovo arrivato tra gli aquilotti. Dopo aver corso a Bormio il Valtellina Extreme Brevet, Matteo domenica scorsa, 3 luglio, ha partecipato a Cuneo alla GF FAUSTO COPPI, una delle granfondo più impegnative del calendario nazionale e non solo.

Matteo che ben conosce il percorso della Coppi per averla già corsa più volte, da fondista qual è, aveva già deciso alla vigilia di affrontare il tracciato più lungo, quest’anno purtroppo ridotto rispetto ai tradizionali 210 km a “soli” 141 km per via dell’impraticabilità della discesa del colle Sampeyre. Gli organizzatori si sono visti infatti costretti a tagliare una delle cime storiche di questa gara senza poterla sostituire con un’altra asperità altrettanto affascinante.

In una bella giornata di sole Matteo, unica “aquila” al via causa la vicinanza con la Maratona dles Dolomites, è scattato dalla sua griglia alle 7 del mattino da piazza Galimberti addobbata a festa per quello che è un grande evento per tutta la provincia “granda”. In tutto i partenti sono stati circa 2200 divisi sui due percorsi…..unico obbiettivo conquistare il colle Fauniera, vero simbolo di questa manifestazione e poter così raccontare un giorno di avere fatto la mitica Fausto Coppi!!!

Avvantaggiato dalla conoscenza delle impervie strade delle montagne cuneesi molto insidiose anche in discesa, Matteo ha condotto in porto la sua gara in 5h 19m 30s 284° assoluto, 68° nella sua categoria soddisfatto del suo risultato, ma con l’unico rammarico di quei 60 chilometri mancanti che gli avrebbero permesso di fare ancora meglio.

La stagione del neo aquilotto non si ferma qui, per lui all’orizzonte la Luc Alphand, la nuova Maratona du Mont Blanc a La Thuile il 24 luglio p.v. e chissà quali altre avventure.

Giu
28
2011

LE AQUILE SUL PODIO ALLA KAPPA MARATHON

Ennesimo podio stagionale per il GS AQUILE, questa volta in terra piemontese. Domenica scorsa, 26 giugno, il gruppo di Aosta ha partecipato a Rivoli alla Kappa Marathon conquistando un eccellente terzo posto nella classifica per società.

Gli 800 partenti si sono confrontati sui due percorsi allestiti dall’organizzazione : la medio fondo di 107 km con l’impegnativa ascesa al colle del Lys, ormai da qualche anno la “salita” della Kappa Marathon, e la granfondo in cui, in più, c’era da superare il colle della Dieta, cima Coppi del tracciato, per un dislivello complessivo di 2500 m in 136 km.

Uno splendido sole ha accolto i partenti al loro ingresso nelle griglie in attesa del via ufficiale alle 7.30 e proprio il caldo torrido con temperature prossime ai 35 gradi si è rivelato un avversario quanto mai temibile per tutti : tanti i ciclisti vittime di crampi e colpi di sole.

Il più tenace tra i 20 aquilotti al via è stato De Agostini Marco, unico a cimentarsi sul percorso più lungo dove ha ottenuto un ottimo 16° posto nella sua categoria; tutti gli altri hanno invece optato per il medio. Il migliore è stato Marana Diego 79° assoluto e 9° di categoria, ma ottime anche le prove di Colajanni Enrico, Dodaro Eugenio, Persichini Alessandro, Brusaferro Luigi e Centelli Gabriele tra i migliori nella sua categoria. Tra le donne eccellente risultato per Plat Alessandra 9° assoluta, in grande crescendo di forma e sempre più vicina al podio tra le più giovani; ancora una volta all’arrivo l’irriducibile Enrica Vitali.

La soddisfazione maggiore è arrivata però dal risultato di squadra con il sorprendente terzo posto nella classifica per società conquistato davanti a tanti “squadroni” piemontesi. Il podio ha reso merito alla prova di tutti gli aquilotti che hanno visto così premiata la loro fatica.

Giu
27
2011

GENS CONQUISTA IL TOUR BLANC RANDO 2011

Conquistato nel mese di maggio il diritto di partecipare alla prossima Paris Brest Paris portando a compimento la randonnèe Milano Genova Torino Milano che assegnava il brevetto dei 600 km, Danilo Gens continua il suo percorso di avvicinamento all’appuntamento francese.

Lo scorso weekend, 25 e 26 giugno, il “randagio” del GS AQUILE ha partecipato all’edizione 2011 del TOUR BLANC RANDO, la manifestazione con partenza e arrivo a Biella dopo 600 km ed un dislivello complessivo di 10.000 metri.

Due le partenze : il venerdì sera per chi preferiva affrontare due notti in sella, il sabato mattina per gli altri. Pochi i partenti, circa 100 in tutto…tanti si sono fatti scoraggiare dal percorso davvero selettivo. E’ sufficiente elencare i nomi dei colli da superare per rendersi conto della fatica a cui sono andati incontro i coraggiosi schierati al via, senza dimenticare il freddo, i pericoli delle discese di notte ed il vento ancora una volta contrario al senso di marcia dei ciclisti.

Dopo aver valicato nell’ordine il colle del Piccolo S.Bernardo, il Cormet de Roselend, il col des Saisies, il col de Montet, la Forclaz, il Sempione per rientrare il Italia , Danilo ha chiuso la sua prova in 35 ore. Le sue parole rivelano la felicità per l’ennesimo traguardo raggiunto, ma anche tutta la fatica fatta : non solo le tante salite, ma anche le condizioni atmosferiche sul Piccolo S.Bernardo con temperature, in discesa, davvero al limite, la difficoltà di alimentarsi, il sonno e i lunghi tratti pedalati in solitudine. Proprio in questi elementi si rivela la vera essenza di queste randonnèe riservate ai veri fondisti scalatori, manifestazioni in cui non conta tanto il cronometro, ma bensì la sfida con se stessi e con le grandi distanze ancor più quando il dislivello è così importante.

Fra poco più di un mese, a Parigi, i km da percorrere saranno il doppio, quasi 1300, con un dislivello di circa 8000 m, ma Danilo potrà partire con la convinzione maturata in tutti questi mesi di allenamento e di gare di essere preparato per poter realizzare il sogno di tutti i “randagi” : conquistare l’olimpiade delle randonnèe, la mitica PBP!!!

Giu
20
2011

SEI AQUILE CONQUISTANO IL SAN CARLO

Non poteva mancare il GS AQUILE alla prima edizione del TOUR VALDIGNE, la pedalata ecologica organizzata domenica 19 giugno dall’associazione MTB AVENTURE in collaborazione con il comune di Morgex che prevedeva la scalata cronometrata al mitico colle San Carlo, spauracchio di tutti i ciclisti valdostani.

In una fredda giornata di sole, con un forte vento che ha reso ancora più arduo il compito dei coraggiosi partenti, alle 9.30 gli organizzatori hanno dato il via alla manifestazione non agonistica che prevedeva un breve tratto di riscaldamento fino a Prè St.Didier e ritorno prima di affrontare il protagonista del giorno…niente gara, ma un attestato con il proprio tempo da conquistare in cima al “mostro”!!!

Una settantina i partecipanti, tra questi anche 6 aquilotti decisi, comunque, a fare bella figura. Il più veloce tra di loro è stato Massimo Giangrasso, autore ancora una volta di una bella prova in un’annata già ricca di soddisfazioni per lui, a seguire Dodaro Eugenio, Brusaferro Luigi, Dublanc Alberto, la sempre brava Diemoz Daniela e Baccini Almo. Per tutti loro la felicità di avercela fatta e la soddisfazione di poter dire di aver partecipato alla prima edizione di una manifestazione che potrà diventare un appuntamento importante nel calendario amatoriale valdostano anche per la qualità dell’organizzazione.

In una giornata in cui il risultato contava relativamente, gli unici premi previsti erano quelli assegnati alle tre società più numerose al via, per gli aquilotti un ottimo terzo posto per l’ennesimo podio di stagione!!!

Giu
20
2011

MATTEO FERRARA STAMBECCO DELLE ALPI

Straordinario biglietto da visita per il neo aquilotto Matteo Ferrara : lo scorso weekend infatti Matteo ha conquistato il brevetto di “stambecco delle Alpi” partecipando alla prima edizione della Valtellina Extreme Brevet.

La nuova randonnèe dedicata ai fondisti scalatori è andata in scena sabato 18 e domenica 19 con partenza e arrivo da Bormio : 4 passaggi in paese per 4 percorsi diversi e 4 brevetti da conquistare. Il più impegnativo prevedeva quasi 450 km per 13.000 metri di dislivello. Come se non fosse sufficiente la durezza del tracciato a rendere ancora più complicata la vita dei ciclisti ci ha messo lo zampino ancora una volta il mal tempo che ha costretto i partenti a prendere il via alle 5 del mattina sotto una pioggia fastidiosa che li ha accompagnati lungo le rampe del Mortirolo, e una temperatura non proprio estiva, 3 gradi e nebbia fitta in cima al Gavia. Proprio a causa del rischio neve gli organizzatori si sono visti costretti a fermare i ciclisti durante la notte tra sabato e domenica riducendo così i brevetti da 4 a 3. La domenica mattina il sole è tornato a splendere anche se il freddo sferzava non poco le gambe dei “randagi” così che gli organizzatori hanno potuto tirare un sospiro di sollievo e far ripartire quanti ancora aspettavano l’appuntamento con lo Stelvio.

Matteo, ben allenato e ben attrezzato anche contro il mal tempo, è riuscito a conquistare i tre brevetti pedalando per 350 km e superando un dislivello di 9.700 metri. Per rendere l’idea della difficoltà di questa “gara” è sufficiente elencare le salite da lui e dai suoi compagni conquistate lungo il percorso : il Mortirolo, il Gavia, la Forcola di Livigno, il col d’Eira, il Foscagno, l’Umbrail e sua maestà lo Stelvio per ben due volte.

All’arrivo grande felicità e un po’ di delusione per non aver potuto raggiungere l’obbiettivo prefissato anche se con la convinzione di avercela potuta fare  senza l’insuperabile ostacolo della neve in cima allo Stelvio.

Complimenti Matteo e benvenuto nelle Aquile!!!

Giu
20
2011

UN’AVVENTURA CHIAMATA CAPO NORD

4.900 km, 38 tappe, 130 km ogni giorno in sella attraverso Italia, Svizzera, Germania, Danimarca e Norvegia per raggiungere Capo Nord in bicicletta senza alcuna assistenza se non quella dei propri compagni. Sono solo alcuni dei numeri più significativi dell’avventura iniziata sabato 18 giugno per tre ragazzi di Giaveno : Barbara De Polli, Giovanni Martinacci e Mauro Paradisi. Un sogno nato quasi per scherzo in una serata conviviale davanti ad una birra e ad una cartina geografica, ma capace di insinuarsi nelle loro menti come un chiodo fisso :  raggiungere Capo Nord, lassù dove d’estate il giorno non lascia mai spazio alla notte, da soli in sella a tre mtb debitamente attrezzate con borse e portapacchi per consentir loro di essere il più possibile autosufficienti. E così l’idea matura, diventa un progetto di viaggio, si cerca qualche sostegno economico, si pianificano le ferie, ci si allena, tanto e poi si aspetta il grande giorno sabato 18 giugno….finalmente si parte!!!

Al termine della prima tappa con le prime difficoltà atmosferiche i tre piemontesi hanno fatto visita a Pollein ad alcuni amici del GS AQUILE. Una cena festosa, tante domande, le prime sensazioni e l’appuntamento l’indomani per la salita al Gran San Bernardo.

E così è stato, un gruppo di aquilotti domenica 19, guidati dalla vicepresidente Debora Buscaglione, ha scortato gli amici piemontesi durante la salita al colle sfidando il vento che soffiava contrario e la temperatura molto rigida prossima allo zero, quasi fosse una prova iniziatica.

Al termine della fatica un abbraccio di buon augurio e l’impegno a seguire a distanza il loro viaggio via internet sul sito www.tracciamo.com.

In bocca al lupo ragazzi!!!

Giu
13
2011

A COGNE VINCONO ANCORA LE AQUILE

Il GS AQUILE bissa il successo dell’anno scorso nel G.P. APSTA – COGNE che si è disputato domenica 12 giugno. Partenza da Aosta per la parte cicloturistica sino ad Aymavilles da dove ha preso il via la gara vera e propria. Oltre 100 i ciclisti al via con un folto gruppo di cicloamatori piemontesi oltre a molti dei più forti atleti di casa. La vittoria è andata al biellese Ramella davanti ai due valdostani Luboz e Toscanelli..

Nella competizione per società ancora una volta la classifica ha decretato la vittoria del velo club di Aosta con 58 punti davanti al GS Lucchini. Le Aquile bissano così il successo dell’anno passato. Più di 20 gli aquilotti al via, migliore assoluto Villot Andrea 17° al traguardo all’esordio stagionale, a seguire Ducret Alex che ha confermato la bella prova del Col di Joux.

Giornata di gloria per Buscaglione Edoardo primo tra i cadetti dopo una splendida gara insieme al compagno Norbiato Alberto. Ottimo terzo posto tra i gentleman per Giangrasso Massimo; quarta tra le donne Plat Alessandra ancora alla ricerca della migliore condizione dopo lo stop forzato primaverile.

Grazie a loro e a tutti gli altri le Aquile hanno potuto conquistare la vittoria nella classifica per società a cui da sempre tengono particolarmente regalando così l’ennesimo trofeo al presidente Martinet al traguardo a tifare i suoi compagni insieme al gruppo dei meno agonisti.

Ora l’appuntamento si sposta alla terza prova del Circuit du Grimpeur, il 1° Memorial Ceccon, organizzato dalle stesse Aquile, il 17 luglio p.v.